domenica 13 maggio 2007

Il declino

Non ci stiamo accorgendo (o lo abbiamo fatto e ce ne freghiamo) che il nostro paese è alla frutta. Per farvelo capire vorrei utilizzare lo sport che è un argomento sempre molto caro al popolo italiano.

Calcio
  • Lo scandolo calciopoli-moggiopoli non ha fine ma si tenta la stessa tattica adottata per tangentopoli...insabbiare tutto. Poco è cambiato i personaggi che tirano i fili sono sempre gli stessi.
  • Anche per questo scandalo abbiamo perso il europei del 2012 a favore di Ucraina e Polonia non proprio due potenze calcistiche
  • Di soldi ne girano pochi, società indebitate ed i campioni stranieri preferiscono Spagna o Inghilterra. La Premier League ha il maggior tasso di investitori stranier (russi e americani).
  • La coppa Uefa non viene vinta dal 1999 dal Parma di Tanzi
  • Gli stadi italiani fanno schifo, infatti quasi mai viene organizzata una finale di coppa in Italia
  • I biglietti costano uno sproposito rispetto al comfort (sicurezza, posto garantito) ed alla disposizione logistica (trasporti)
  • La media spettatori è drasticamente scesa, molto spesso si gioca quasi a porte chiuse
Tennis
  • Volandri in semfinale a Roma dopo 29 anni ci fa esultare, nazioni come la Spagna hanno da decenni almeno 5 giocatori tra i primi 20 posti
  • Pensiamo sempre a Panatta perchè non abbiamo prodotto nessun vero campione
  • La federazione del tennis è divisa su tutto non producendo nè tecnici nè strutture adeguate
Formula 1
  • Imola è stata cancellata, Monza è sempre a rischio ogni anno. Il mondo si sposta a Singapore in notturna o su un circuito cittadino a Valencia
  • Piloti italiani a parte gli eterni Fisichella e Trulli non se ne vedono all'orizzonte
Moto
  • Anche qui dopo Valentino Rossi abbiamo poco da mostrare, fra poco gli spagnoli monopolizzeranno la motogp, inoltre la Dorna (società che gestisce il motomondiale) è spagnola
Vela
  • Potevamo organizzare questa coppa America a Napoli ma poi, giustamente, ha vinto Valencia già con strutture pronte ed un progetto serio
Ovviamente non è tutto nero, abbiamo ancora tante eccellenze ma stanno diventando sempre meno: Ducati, Ferrai, Aprilia, Luna Rossa, Mascalzone Latino e poco altro.

sabato 12 maggio 2007

Il tocco "magico"

Paolo Bonolis ne ha fatta di strada dai tempi di Bim Bum Bam, adesso è una delle star della tv italiana. Strapagato da Mediaset ha imboccato una deriva rovinosa.

Mediaset riesce a comprare i diritti della serie A con Galliani presidente di Lega Calcio (ennesimo conflitto d'interessi passato sotto silenzio).

A lui viene affidato il programma Serie A (titolo fantasioso) che viene strombazzato come una rivoluzione copernicana calcistica. Il programma non decolla ma la sua saccenza gli porta i rimproveri in diretta della redazione calcistica mediaset. Se ne va mestamente.

Tenta di recuperare con Fattore C, programma copiato da Affari Tuoi, riesuma Luca Laurenti ed il naufragio è ancora più clamoroso. Pochi mesi e la trasmissione chiude.

Firma e conduce pure Il senso della vita che viene trasmesso quasi a mezzanotte ed ha quell'atmosfera insopportabile di perenne carità cristiana. Le puntate passano quasi sotto silenzio.

Il buon Paolo ormai ha quel "tocco magico" che quando attacca un personaggio tv è peggio di Venom. Così innesca una polemica sulla trasmissione Votantonio sostenendo che è sua avendola registrata anni prima.

Poi rettifica ma ormai la trasmissione è segnata: Votantonio chiude dopo una puntata.

giovedì 3 maggio 2007

La gazzetta sa usare Explorer

Foto in prima pagina su gazzetta.it

Almeno fare le print screen in modo decente, non guasterebbe...mah

mercoledì 25 aprile 2007

Latte Americano

In Italia il caso Parmalat è scemato d'interesse. Si sa che nel nostro paese i reati finanziari sono considerati reati di serie B, meglio parlare dei pitbull azzannatori, del Corona ricattatore, dei pedofili sparsi nella penisola.

Eppure i bond Parmalat sono stati il più grosso crack finanziario della storia italiana.

La giustizia italiana è lentissima tanto da che Calisto Tanzi commercia in succhi di frutta ed anche gli altri imputati sono a piede libero.

Le vere vittime sono i risparmiatori che non so bene quanto siano riusciti a recuperare dall'ennesima truffa finanziaria.

Segnalo per tutti i truffati Parmalat la class action americana che consente di recuperare qualcosina.

Ovviamente in Italia la class action non esiste ed il ministro Mastella preferisce utilizzare la class action alla genovese*

*ha firmato per farsi rappresentare da Beppe Grillo all'assemblea degli azionisti Telecom, azioni poi scemata per l'intervento della Consob

giovedì 12 aprile 2007

Gioco Matto...qualcosa si muove

Sembra che quelli di gioco matto abbiano capito che davano troppo nell'occhio e quindi hanno iniziato a specificare un pò di cose. Per prima cosa hanno chiaramente indicato che è una vendita di loghi e suonerie per cellulare (scritte gialle su sfondo blu in alto dell'inquadratura televisiva) e che per partecipare bisogna acquistarle.

In più è comparsa anche la scritta "regolamento completo alla pagina 674/5 di mediavideo".

La voce fuori campo invita a prendere visione del regolamento su mediavideo.

Rimane il premio del televisore al plasma LG da 42 pollici ed la percentuale di vincita estremamente bassa per indovinare una stupida frase.

sabato 10 marzo 2007

Gioco Matto

Molti di voi, facendo zapping per le reti private italiane si saranno imbattuti in una strana televendita: rispondendo ad una semplice domanda (molto spesso molto facile) si vince un televisore al plasma (o altri premi di egual valore).

Una ragazza sempre sorridente e coridale ti invita a chiamare un numero 899 (quindi a pagamento) per partecipare alla diretta. I pochi concorrenti che chiamano sbagliano clamorosamente e la cosa mi ha insospettito.

Il gioco è organizzato da GiocoMatto.info e leggendo il regolamento si scoprono cose "interessanti":

- la società è polacca “ALPOL” Sp. z o.o. (credo che sia un s.p.a polacca) del signor DABROWSKI JACEK ed ha una sede italiana in Via Virle n.3; cap 10138 Torino. E' stata la sede italiana ha chiedere l'autorizzazione ad operare al Ministero dello sviluppo economico (lettere presente nel regolamento)

- per questo concorso è stata una fidejussione di 33.000€ alla finanziaria UNIONCREDIT finanziaria S.p.A.. Nel regolamento si dice che viene allegata la documentazione comprovante l'avvenuta fidejussione, tale documentazione manca totalmente

- leggendo il regolamento si capisce che la trasmissione vende suonerie e loghi per cellulari e chiamando il numero segnalato nella diretta si acquista un pacchetto di suonerie

- non è assolutamente chiaro il meccanismo del gioco. Prima si citano 3 fasi del concorso poi solo 2. Da quanto ho capito chiamando il numero si viene inseriti in un computer per poter essere estratti per la diretta tv (probabilità 1 su 1000..cito da regolamento)

- i premi disponibili sono per un valore di 30.000€ mi sembrano pochini visto che il concorso dura quasi un anno (dal 20/02/2007 al 31/12/2007)

- viene citata un'associazione, precisamente la “V.A.S. ONLUS” a cui andrebbero i premi non ritirati.

A me sembra solo un modo semplice per prendere un pò di soldi alla gente.

UPDATE: Interessante topic dal forum di telefonino.net

mercoledì 7 marzo 2007

Il corriere ha le idee confuse

Molti blogger si sono accorti che il Corriere.it assomiglia sempre più ad un sito softcore.

La notizia del giorno è che le donne usano i vibratori (ma la redazione li chiama giocattoli erotici, ndr) grazie ad un sondaggio di Donna Moderna.

Un domanda sorge spontanea: cosa c'entra il completo in Latex?

La cultura sportiva italiana

Ogni tifoso di calcio è tendenzialmente non obiettivo, ma tutto ha un limite.

Scopro che esiste un comitato pro-juve che vuole difendere l'onore della società bianconera dopo calciopoli.

Ovviamente è un surrogato di faziosità, dove si consigliano i giornali, le tv ed i siti "graditi" e quelli "sgraditi", si pubblicizzano le intercettazioni di tutti gli attori dello scandalo, tralasciando quelli di Moggi.

Infine Giulemanidallajuve si è affidata agli avvocati Luc Misson e Gregory Ernes per invalidare le squalifiche e portare la Juventus l'anno prossimo in Champions League d'ufficio (ci mancava solo questo).

E' strano che per una squadra di calcio si facciano comitati, manifestazioni in un lampo...ma siamo in Italia e quindi tutto è capovolto.

PS Io sono un juventino e quest'anno di serie B mi sta piacendo un sacco...giocatori meno spocchiosi, meno stress e più sorrisi.

domenica 25 febbraio 2007

Semplicemente GRANDI!

6 Nazioni: Scozia - Italia 17 - 37

Italia.it

Il nuovo zimbello della rete è il portale Italia.it dal logo orrendo (quella cosa verde è un dente?). Presentato in pompa magna dal Prodi-I (siamo già al sequel) ha attirato le ire di tutta la rete italiana per un sito inutile e fatto veramente male.

Il link "chi siamo" poi è stata una farsa, prima compare evidenziando chiari collegamenti politici su chi lo gestisce, poi viene tolto in fretta e furia quasi a vergognarsi del rapporto qualità/soldi spesi.

Manca la compatibilità con browser alternativi come Firefox (a me funziona ma molti altri navigatore vedono una schermata bianca), la lentezza di caricamento è impressionante ed i tre minuti di introduzione flash è un rottura di balle.

Questo sito doveva essere il biglietto da visita per il mondo...il webmaster ha rappresentato al meglio la nostra attuale nazione.

PS Nessun TG televisivo ha sollevato la questione...fanno odiens solo i video dei bulletti o le lap-dancer farlocche

venerdì 23 febbraio 2007

Google Phishing

Anche Google finisce nella rete del phishing.

Sta girando una mail dal titolo Come aumentare la visibilita' per il tuo sito con mittente Posizionamento

In pratica viene fornito un form per ricevere maggiori informazioni (nome azienda o persona, telefono, sito web ed email)

Ovviamente il form serve ai truffatori per recuperare dati sensibili dell'utente.

Non inviate nessuna informazione sensibile e cestinate la mail truffaldina.

sabato 17 febbraio 2007

Un governo tecnologicamente indietro

La Legge Urbani che equipara chi condivide (senza scopo di lucro) opere protette dal copyright a chi lucra sulla copia non autorizzata è una delle tante vergogne nazionali.

Nel corso degli anni tutti i politici si sono dimostrati disposti ad una modifica sostanziale delle legge. Ovviamente è ancora lì.

Il primo a sollevare la questione è stato Roberto Maroni si è autodenunciato per sbloccare i lavori, ma ovviamente lo fa solo quando è all'opposizone. E' stato proprio il governo in cui lui era ministro del lavoro ad approvarla.

C'è stato poi il casino della sentenza degli studenti torinesi in cui si è fatta totale disinformazione.

Infine la lodevole iniziativa di AltroConsumo che ha portato 10.000 firme al Ministero dei Beni Culturali Francesco Rutelli.

La risposta di Rutelli è stata questa.

Cosa ci dovevamo aspettare da un politico che è stato Radicale, Socialista, Verde ed adesso della Margherita?

Scienza vs. Religione

Come spiegare con un'immagine la differenza culturale tra i due pensieri in guerra in questo inizio di secolo

Non crediamo più nello stato

Mi domando siamo ancora uno stato?

- Ultras del Catania si scontrano con la polizia, ovvero contro lo stato (un morto)

- Arrestati esponenti della CGIL con vecchi e nuovi brigatisti che si stavano organizzando contro lo stato

- Il numero di esercenti evasori (quindi contro lo stato) continua a salire

- Le ronde leghiste continuano nel Nord, se un cittadino fa da sè vuol dire che non crede più nello stato

- Molte città del sud sono in mano alle mafie e quindi lì lo stato non c'è

- Telecom Italia spiava molti cittadini senza il consenso dello stato

Lo Stato (con la esse maiuscola) siamo noi ma ormai si sta sfaldando sempre più, in tanti piccoli focolai e recinti

giovedì 15 febbraio 2007

L'Italia U'Tube

La tecnologia è difficile da capire, specialmente per quei giornali (online e non) generalisti che dovrebbero spiegarlo agli analfabeti informatici.

Così Repubblica.it e Corriere.it si sono "specializzati" nel triturarci i maroni con i filmati scolastici su Youtube. Ogni giorno c'è la maestra porca, il professore pazzo, l'alunno bullo , l'alunna aspirante pornostar.

Dire basta sarebbe cosa buona e giusta ma ormai i video scolastici riempiono una casella in homepage, non costano nulla e fanno clamore (almeno secondo loro).

Ovviamente non si spiega che cosa sia YouTube, non si citano altri siti di video-sharing e si prendono solo filmati trash.

Se fossi in Youtube manderei una colomba pasquale alle due redazioni per la pubblicità quotidiana.

Life is Reality

"Quando una tua collega si fa i capelli come Diana del Grande Fratello 7, ti accorgi che le tue battaglie culturali contro i reality non servono a nulla"

domenica 11 febbraio 2007

La storia non siamo noi

La memoria in Italia è svanita da tempo. Pochi mesi e tutti diventano perseguitati, vittime, strumenti di quei poteri occulti che mi hanno sempre detto che esistono ma che non riesco mai a capire chi possano essere.

Il calcio è alla rovina ma tutti sono innocenti. Luciano Moggi fa l'ospite fisso in programmi calcistici con il suo sorrisino da Gattopardo (ma non gli avevano rubato l'anima? non doveva suicidarsi?), Antonio Matarrese dice che i morti sono un'incidente necessario al sistema, ma nessuno si ricorda che pochi mesi prima era presidente dell'UNIRE lasciandola con tutti i problemi economici in cui versa, i Presidenti dicono no alle porte chiuse, s'indignano, ma poi falsificano i bilanci, chiedono allo stato di pagare le tasse a 25 anni, flirtano con gli ultras e fanno caciara in tv.

In politica stiamo messi peggio: Giorgio Napolitano dice che le Foibe sono state una vergogna e visto che il clima è quello giusto Marcello Dell'Utri svela il contenuto dei cinque diari di Mussolini che lui ha ritrovato. Ovviamente dai diari la figura del Duce è quella del buon padre di famiglia che non voleva la guerra, che diceva che i nazisti erano brutti e cattivi e che auspicava per sua figlia un marito ebreo.

Come sempre il revisionismo storico, anche contemporaneo, evita il ricambio generazionale al grido "Tutti rubano, nessuno ruba".

mercoledì 7 febbraio 2007

C'era una volta Skype

Ma cosa sta succedendo a Skype?

Prima l'introduzione dello scatto alla risposta, ora al posto degli Skypecast ci sono una serie di offerte di oggetti hitech!

Va bene che eBay l'ha pagato molto caro ma qui si sta distruggendo un software simbolo del web 2.0

Ovviamente i concorrenti (Jajah, VoipStunt) ringraziano sentitamente.

UPDATE: pare che sia tutto tornato alla normalità, le offerte hitech sono sparite.

giovedì 1 febbraio 2007

Casa Berlusconi

Lite Silvio Berlusconi - Veronica Lairo, cronologia delle mie reazioni:

01.) Chi cazzo se ne frega!
02.) Ma non poteva telefonargli?
03.) Ecco come si chiamava la moglie di Berlusconi!
04.) Ma cosa ha fumato il webmaster di Repubblica.it?
05.) E poi era Shevchenko il cagnolino di sua moglie!
06.) E se fosse il lancio di una nuova sit-com?
07.) La lettera di scuse l'ha scritta Bondi?
08.) I voti del sondaggio di Repubblica.it vanno ricontati!
09.) Ma mentre questi due "litigano", il governo è ancora in carica?
10.) Dopo il malore e la litigata qualcuno mi può dire cosa propone il palinsesto per i prossimi 4 anni?

domenica 28 gennaio 2007

TeleMiao

I telegatti (il webmaster concorre di diritto per la categoria "Sito più aggiornato dell'anno 2003") sono equiparabili al premio bidone d'oro.

Io sapevo che premiavano i personaggi della tv in modo falsissimo e quasi sempre a per programmi Mediaset.

Poi leggendo la lista dei vincitori 2007 vedo Gigi D'Alessio (in musica e non nella categoria boxe) Gigi Buffon (la Seredova voleva una serata diversa) Zucchero (va beh si sono bevuti il cervello) Renato Zero (miglior tournee con tutto il suo carrozzone). Ed ancora Cristian DeSica (miglior attore....eh?!).

Mentre Bill Gates (quello che diceva che internet era una bufala) ci dice che fra cinque/dieci anni la tv sparirà, io ho il serissimo sospetto di rivedermi fra cinque/dieci anni Pippo Baudo a Sanremo e Mike Buongiorno a fare il barbone per Libero.

Dottor Stewart Little



E poi ditemi che le sceneggiature non valgono un emerito cazzo nelle carriere degli attori.

sabato 20 gennaio 2007

Calcio Tv

C'è un piccolo mercato televisivo fatto di trasmissioni sportive sulle reti private.

In Lombardia tutti i canali privati hanno due soli generi da proporre: il dibattito politico (sempre chiassoso che non fa capire nulla) ed il dibattito calcistico (sempre chiassoso con ospiti ultrà).

Parlare di calcio ogni giorno per ore alla lunga stanca non si sa più cosa dire: tabelle comparative, mercato creativo, moviola anche sulle rimesse laterali e tanto caciara su calciopoli, moggi, i presidenti, gli arbitri.

A Milano esistono 3 grandi network che sul calcio non si fanno sconti: Telelombardia-Antenna 3, Italia 7 Gold-Milano+ e Telenova.

Gli ospiti, ovvero i giornalisti, sono vere e proprie star delle tifoserie per cui parteggiano (quasi sempre in modo fazioso e guerreggiante).

Così Tiziano Crudeli e Elio Corno passano da Telelombardia a Italia 7 Gold un pò come farà Ronaldo fra poche ore dal Real al Milan.
Certo le cifre sono inferiori ma pur sempre è una questione di soldi.

Così Franco Rossi e Franco Ordine volti di Nova Stadio diventano ospiti a Controcampo su Italia 1.

Così Aldo Biscardi fa l'ennesimo anno di processo (23esimo) a Italia 7 Gold.

Poi c'è tutta la schiera di inviati di testate sportive che fanno le ospitate: Carlo Laudisa (Gazzetta), Furio Fedele(Corrieredellosport), Nicola Cecere (Gazzetta), Carlo Nesti (Rai) etc etc

Poi c'è la schiera degli ex-calciatori ospiti fissi nei vari network: Evaristo Beccalossi (Inter), Domenico Marocchino (Juve), Massimo Brambati (Bari), Enzo Gambaro (Milan), Mario Ielpo (Milan), Aldo Serena (Juve, Milan, Inter, Torino), Antonio Cabrini (Juve), Mauro Bellugi (Inter), Giovanni Lodetti (Milan), Pietro Anastasi (Juve), Bernard Cauet (Inter) etc etc

Infine la schiera delle immancabili vallette: ovvero tutte quelle ragazze che rispondono alle telefonate dei telespettatori o leggono le mail in diretta. Ottimo trampolino di lancio per fare, sempre lo stesso ruolo, in qualche canale più importante o qualche pubblicità in più.

domenica 14 gennaio 2007

No Porno No Blue-Ray

La Sony è sempre stata supponente tecnicamente...i suoi formati sono sempre stati i migliori ma poco utilizzati al grande pubblico per l'ottusità dei nipponici.

BetaMax era molto migliore del VHS ma alla fine tutti abbiamo usato per oltre 20 anni le cassette VHS.

Ora il formato DVD Blue-Ray è sicuramente migliore del concorrente HD-DVD ma Sony sta facendo gli stessi errori di allora, ovvero chiudersi al pubblico.

E' notizia di questi giorni che la Sony vieterà l'uso del formato Blue-Ray per i film porno.

Se fosse così non prevedo grande futuro per questo formato.

Le ultime sciagure economiche della Sony: root-kit nei cd musicali, batterie esplosive nei potatili Dell, vendite ridottissime della PS3....che sia la fine di un mito?

giovedì 4 gennaio 2007

Il Brasile contro YouTube

YouTube made in Google continua a ricevere sentenze legali che gli intimano di rimuovere video dai propri server.

Questa volta tocca ad una corte brasiliana dare ragione alla modella Daniela Ciccarelli (ex fidanzata di Ronaldo) che aveva denunciato Youtube per il celebre video amatoriale nel quale "amoreggiava" con il playboy Tato Malzoni.

La modella brasiliana aveva chieso anche 116.000 dollari di risarcimento danni. Ora la sentenza favorevole per la rimozione del video ma difficilmente avrà effetti immediati visto che YouTube si trova negli Stati Uniti.

UPDATE1: Dopo la sentenza favorevole il Brasile ha chiuso (per qualche giorno) l'accesso diretto a tutto Youtube. Ovviamente tramite proxy e cambio del DNS si aggirava questa censura preventiva

UPDATE2: La Ciccarelli è stata presa in giro da un video parodia sul videoclip incriminato. Ovviamente la modella non l'ha presa bene.

Quando non si conosco lo strumento e si cerca di fare i casti ed i puri si finisce per fare una figura barbina.

PS Il videclip è ormai in centinaia di siti...altro che YouTube.

martedì 2 gennaio 2007

Bambini da educare

Si è dato molto risalto alla nuova legge contro la pedopornografia. In pratica dopo la segnalazioni (da parte delle autorità) di siti illegali il provider ha 6 ore di tempo per oscurarlo.

Fin qui tutto bene, era una cosa doverosa ma la questione è ben più ampia. Si punta sempre alla repressione e poco all'educazione delle giovani generazioni.
I maggiori siti pedofili sono in paesi stranieri dove non ci sono controlli quindi la repressione risulta ottima sulla carta ma in pratica farà poco.

Sarebbe bello che un ministro si sgoli per dire che i genitori debbono condurre i propri figli all'apprendimento di internet spiegando i rischi ma anche le innumerevoli opportunità.

lunedì 1 gennaio 2007

Il 2007 del BitTorrent

Eccovi delle previsioni (serissime) sul futuro del BitTorrent:

- Google svilupperà un motore di ricerca per BT. Ben presto il 33% delle ricerche torrent saranno della grande G. In aprile anche YouTube e Torrentz seguiranno la stessa strada

- I pirati fondarenno una loro nazione. Grazie all'associazione dei partiti pirata si potrà creare uno stato indipendente

- La RIAA denuncerà i bambini ancora non nati. Sarà la sua risposta alla creazione della nazione pirata chiedendo danni per 99,999999 trilioni di dollari

- LA MPAA metterà una taglia per uccidere il webmaster di ThePirateBay. In Maggio verrà effettivamente ucciso

- Il webmaster di ThePirateBay resusciterà. Dopo 3 giorni l'amministratore, come il suo sito, tornerà a nuova vita

- Windows Vista SP1 conterrà un client BitTorrent. Il client sarà uTorrent comprato a peso d'oro dalla BitTorrent Inc.

- Il successo di uTorrent svanirà. Appena comprato da Microsoft il successo del client sprofonderà a favore di Halite open source e piccolissimo che arriverà alla versione 1.0 in agosto

- I siti Torrent domineranno la scena. ThePirateBay, Mininova e Torrentspy saranno ancora nella top 10 di Alexa. Sette siti torrent su 20, saranno nella top 20 dei siti più popolari in internet.