domenica 25 febbraio 2007

Semplicemente GRANDI!

6 Nazioni: Scozia - Italia 17 - 37

Italia.it

Il nuovo zimbello della rete è il portale Italia.it dal logo orrendo (quella cosa verde è un dente?). Presentato in pompa magna dal Prodi-I (siamo già al sequel) ha attirato le ire di tutta la rete italiana per un sito inutile e fatto veramente male.

Il link "chi siamo" poi è stata una farsa, prima compare evidenziando chiari collegamenti politici su chi lo gestisce, poi viene tolto in fretta e furia quasi a vergognarsi del rapporto qualità/soldi spesi.

Manca la compatibilità con browser alternativi come Firefox (a me funziona ma molti altri navigatore vedono una schermata bianca), la lentezza di caricamento è impressionante ed i tre minuti di introduzione flash è un rottura di balle.

Questo sito doveva essere il biglietto da visita per il mondo...il webmaster ha rappresentato al meglio la nostra attuale nazione.

PS Nessun TG televisivo ha sollevato la questione...fanno odiens solo i video dei bulletti o le lap-dancer farlocche

venerdì 23 febbraio 2007

Google Phishing

Anche Google finisce nella rete del phishing.

Sta girando una mail dal titolo Come aumentare la visibilita' per il tuo sito con mittente Posizionamento

In pratica viene fornito un form per ricevere maggiori informazioni (nome azienda o persona, telefono, sito web ed email)

Ovviamente il form serve ai truffatori per recuperare dati sensibili dell'utente.

Non inviate nessuna informazione sensibile e cestinate la mail truffaldina.

sabato 17 febbraio 2007

Un governo tecnologicamente indietro

La Legge Urbani che equipara chi condivide (senza scopo di lucro) opere protette dal copyright a chi lucra sulla copia non autorizzata è una delle tante vergogne nazionali.

Nel corso degli anni tutti i politici si sono dimostrati disposti ad una modifica sostanziale delle legge. Ovviamente è ancora lì.

Il primo a sollevare la questione è stato Roberto Maroni si è autodenunciato per sbloccare i lavori, ma ovviamente lo fa solo quando è all'opposizone. E' stato proprio il governo in cui lui era ministro del lavoro ad approvarla.

C'è stato poi il casino della sentenza degli studenti torinesi in cui si è fatta totale disinformazione.

Infine la lodevole iniziativa di AltroConsumo che ha portato 10.000 firme al Ministero dei Beni Culturali Francesco Rutelli.

La risposta di Rutelli è stata questa.

Cosa ci dovevamo aspettare da un politico che è stato Radicale, Socialista, Verde ed adesso della Margherita?

Scienza vs. Religione

Come spiegare con un'immagine la differenza culturale tra i due pensieri in guerra in questo inizio di secolo

Non crediamo più nello stato

Mi domando siamo ancora uno stato?

- Ultras del Catania si scontrano con la polizia, ovvero contro lo stato (un morto)

- Arrestati esponenti della CGIL con vecchi e nuovi brigatisti che si stavano organizzando contro lo stato

- Il numero di esercenti evasori (quindi contro lo stato) continua a salire

- Le ronde leghiste continuano nel Nord, se un cittadino fa da sè vuol dire che non crede più nello stato

- Molte città del sud sono in mano alle mafie e quindi lì lo stato non c'è

- Telecom Italia spiava molti cittadini senza il consenso dello stato

Lo Stato (con la esse maiuscola) siamo noi ma ormai si sta sfaldando sempre più, in tanti piccoli focolai e recinti

giovedì 15 febbraio 2007

L'Italia U'Tube

La tecnologia è difficile da capire, specialmente per quei giornali (online e non) generalisti che dovrebbero spiegarlo agli analfabeti informatici.

Così Repubblica.it e Corriere.it si sono "specializzati" nel triturarci i maroni con i filmati scolastici su Youtube. Ogni giorno c'è la maestra porca, il professore pazzo, l'alunno bullo , l'alunna aspirante pornostar.

Dire basta sarebbe cosa buona e giusta ma ormai i video scolastici riempiono una casella in homepage, non costano nulla e fanno clamore (almeno secondo loro).

Ovviamente non si spiega che cosa sia YouTube, non si citano altri siti di video-sharing e si prendono solo filmati trash.

Se fossi in Youtube manderei una colomba pasquale alle due redazioni per la pubblicità quotidiana.

Life is Reality

"Quando una tua collega si fa i capelli come Diana del Grande Fratello 7, ti accorgi che le tue battaglie culturali contro i reality non servono a nulla"

domenica 11 febbraio 2007

La storia non siamo noi

La memoria in Italia è svanita da tempo. Pochi mesi e tutti diventano perseguitati, vittime, strumenti di quei poteri occulti che mi hanno sempre detto che esistono ma che non riesco mai a capire chi possano essere.

Il calcio è alla rovina ma tutti sono innocenti. Luciano Moggi fa l'ospite fisso in programmi calcistici con il suo sorrisino da Gattopardo (ma non gli avevano rubato l'anima? non doveva suicidarsi?), Antonio Matarrese dice che i morti sono un'incidente necessario al sistema, ma nessuno si ricorda che pochi mesi prima era presidente dell'UNIRE lasciandola con tutti i problemi economici in cui versa, i Presidenti dicono no alle porte chiuse, s'indignano, ma poi falsificano i bilanci, chiedono allo stato di pagare le tasse a 25 anni, flirtano con gli ultras e fanno caciara in tv.

In politica stiamo messi peggio: Giorgio Napolitano dice che le Foibe sono state una vergogna e visto che il clima è quello giusto Marcello Dell'Utri svela il contenuto dei cinque diari di Mussolini che lui ha ritrovato. Ovviamente dai diari la figura del Duce è quella del buon padre di famiglia che non voleva la guerra, che diceva che i nazisti erano brutti e cattivi e che auspicava per sua figlia un marito ebreo.

Come sempre il revisionismo storico, anche contemporaneo, evita il ricambio generazionale al grido "Tutti rubano, nessuno ruba".

mercoledì 7 febbraio 2007

C'era una volta Skype

Ma cosa sta succedendo a Skype?

Prima l'introduzione dello scatto alla risposta, ora al posto degli Skypecast ci sono una serie di offerte di oggetti hitech!

Va bene che eBay l'ha pagato molto caro ma qui si sta distruggendo un software simbolo del web 2.0

Ovviamente i concorrenti (Jajah, VoipStunt) ringraziano sentitamente.

UPDATE: pare che sia tutto tornato alla normalità, le offerte hitech sono sparite.

giovedì 1 febbraio 2007

Casa Berlusconi

Lite Silvio Berlusconi - Veronica Lairo, cronologia delle mie reazioni:

01.) Chi cazzo se ne frega!
02.) Ma non poteva telefonargli?
03.) Ecco come si chiamava la moglie di Berlusconi!
04.) Ma cosa ha fumato il webmaster di Repubblica.it?
05.) E poi era Shevchenko il cagnolino di sua moglie!
06.) E se fosse il lancio di una nuova sit-com?
07.) La lettera di scuse l'ha scritta Bondi?
08.) I voti del sondaggio di Repubblica.it vanno ricontati!
09.) Ma mentre questi due "litigano", il governo è ancora in carica?
10.) Dopo il malore e la litigata qualcuno mi può dire cosa propone il palinsesto per i prossimi 4 anni?