domenica 13 maggio 2007

Il declino

Non ci stiamo accorgendo (o lo abbiamo fatto e ce ne freghiamo) che il nostro paese è alla frutta. Per farvelo capire vorrei utilizzare lo sport che è un argomento sempre molto caro al popolo italiano.

Calcio
  • Lo scandolo calciopoli-moggiopoli non ha fine ma si tenta la stessa tattica adottata per tangentopoli...insabbiare tutto. Poco è cambiato i personaggi che tirano i fili sono sempre gli stessi.
  • Anche per questo scandalo abbiamo perso il europei del 2012 a favore di Ucraina e Polonia non proprio due potenze calcistiche
  • Di soldi ne girano pochi, società indebitate ed i campioni stranieri preferiscono Spagna o Inghilterra. La Premier League ha il maggior tasso di investitori stranier (russi e americani).
  • La coppa Uefa non viene vinta dal 1999 dal Parma di Tanzi
  • Gli stadi italiani fanno schifo, infatti quasi mai viene organizzata una finale di coppa in Italia
  • I biglietti costano uno sproposito rispetto al comfort (sicurezza, posto garantito) ed alla disposizione logistica (trasporti)
  • La media spettatori è drasticamente scesa, molto spesso si gioca quasi a porte chiuse
Tennis
  • Volandri in semfinale a Roma dopo 29 anni ci fa esultare, nazioni come la Spagna hanno da decenni almeno 5 giocatori tra i primi 20 posti
  • Pensiamo sempre a Panatta perchè non abbiamo prodotto nessun vero campione
  • La federazione del tennis è divisa su tutto non producendo nè tecnici nè strutture adeguate
Formula 1
  • Imola è stata cancellata, Monza è sempre a rischio ogni anno. Il mondo si sposta a Singapore in notturna o su un circuito cittadino a Valencia
  • Piloti italiani a parte gli eterni Fisichella e Trulli non se ne vedono all'orizzonte
Moto
  • Anche qui dopo Valentino Rossi abbiamo poco da mostrare, fra poco gli spagnoli monopolizzeranno la motogp, inoltre la Dorna (società che gestisce il motomondiale) è spagnola
Vela
  • Potevamo organizzare questa coppa America a Napoli ma poi, giustamente, ha vinto Valencia già con strutture pronte ed un progetto serio
Ovviamente non è tutto nero, abbiamo ancora tante eccellenze ma stanno diventando sempre meno: Ducati, Ferrai, Aprilia, Luna Rossa, Mascalzone Latino e poco altro.

sabato 12 maggio 2007

Il tocco "magico"

Paolo Bonolis ne ha fatta di strada dai tempi di Bim Bum Bam, adesso è una delle star della tv italiana. Strapagato da Mediaset ha imboccato una deriva rovinosa.

Mediaset riesce a comprare i diritti della serie A con Galliani presidente di Lega Calcio (ennesimo conflitto d'interessi passato sotto silenzio).

A lui viene affidato il programma Serie A (titolo fantasioso) che viene strombazzato come una rivoluzione copernicana calcistica. Il programma non decolla ma la sua saccenza gli porta i rimproveri in diretta della redazione calcistica mediaset. Se ne va mestamente.

Tenta di recuperare con Fattore C, programma copiato da Affari Tuoi, riesuma Luca Laurenti ed il naufragio è ancora più clamoroso. Pochi mesi e la trasmissione chiude.

Firma e conduce pure Il senso della vita che viene trasmesso quasi a mezzanotte ed ha quell'atmosfera insopportabile di perenne carità cristiana. Le puntate passano quasi sotto silenzio.

Il buon Paolo ormai ha quel "tocco magico" che quando attacca un personaggio tv è peggio di Venom. Così innesca una polemica sulla trasmissione Votantonio sostenendo che è sua avendola registrata anni prima.

Poi rettifica ma ormai la trasmissione è segnata: Votantonio chiude dopo una puntata.

giovedì 3 maggio 2007

La gazzetta sa usare Explorer

Foto in prima pagina su gazzetta.it

Almeno fare le print screen in modo decente, non guasterebbe...mah