lunedì 2 marzo 2009

Da che pulpito

I radicali sono sempre stati i belli ma sfigati della politica italiana. Le loro campagne civili sono sempre state di grande presa e per la maggior parte condivisibili ma ad ogni votazione hanno sempre raccolto pochissimo consenso reale.

L'unico exploit che ricordo è stata la Lista Bonino alle europee del 1999, ma fu un fuoco di paglia più legato alla persona che al partito.

Ora Pannella si scaglia contro tutti i partiti ma non si ricorda che:

- Lui fa parte della partitocrazia da sempre

- Lo ringrazio per aver creato la Rosa nel Pugno e dopo due mesi di parlamento il gruppo si è sciolto fregandosene del voto preso

- Accogliere Francesco Rutelli come un figlio implica che in politica la coerenza non conta

- I Radicali italiani hanno prodotto mostri politici: Rutelli, Taradash, Della Vedova, Capezzone tutti accumunati da una strafottezza unica ed un trasformismo di stampo democristiano

- Pannella grida al complotto un giorno si e l'altro pure con in mezzo qualche sciopero della fame e della sete

Insomma nulla di nuovo sotto il sole.