giovedì 17 settembre 2009

Continuiamo a farci del male

Enzo Rivellini (PDL ex An) si inventa l'intervento bilingue: italiano e napoletano.
Lo fa al parlamento europeo, in occasione dell'elezione di Barroso come presidente della Commissione Europea.

Rivellini forse voleva battere sul tempo i leghisti con il dialetto o forse voleva portare la causa del sud Italia attraverso il napoletano.

In tutti e due i casi l'Italia ha fatto l'ennesima figuraccia europea.