venerdì 16 ottobre 2009

Corruzione

Il consiglio europeo ci suggerisce 22 punti su come migliorare lo stato della corruzione del nostro paese, che a molti cittadini sembra sempre più crescente.

Ventidue consigli rispecchiano fedelemente come nel nostro paese la corruzione sia all'ordine del giorno. Gli ultimi casi sono tangenti edilizie, pizzo per i diplomi falsi.

Dubito fortemente che questi punti vengano letti e soprattutto applicati visto che il governo sul versante della lotta ai reati finanziari ha da sempre fatto spallucce. Basti pensare alla depenalizzazione del falso in bilancio e dal recentissimo Scudo Fiscale oltre agli innumerevoli condoni.

Parliamoci francamente, siamo un paese che tollera (e molto spesso li giustifica) i reati finanziari, dando del furbo al truffatore di turno. Se una persona ruba alla comunità ha poco da rischiare sia in termini di sputtanamento personale che sotto il profilo processuale. Come dice il consiglio europeo, la stragrande maggioranza dei processi per corruzione finisce con un'assoluzione perchè il tutto va in prescrizione.

Ma d'altronde se il capo del governo dice: "
Sono stato sempre assolto, la prescrizione non è una condanna. I processi di Milano sono farse" cosa dobbiamo aspettarci?