martedì 13 ottobre 2009

Debito pubblico

Visto che il debito pubblico italiano è arrivato a 1.757 miliardi di euro ecco un commento di un lettore illuminato:

"Ecco l'eredità che ci hanno lasciato i figli di stalin dopo il loro breve ma disastroso periodo di potere. Deserto, desolazione fame e pianto: ecco i prodotti della sinistra. Ma ora Silvio rimetterà le cose a posto. Lui sì che ci sa fare. Ah! se la sinistra lo lasciasse lavorare!!!! Invece sempre a inseguirlo con quelle cose inventate e a disturbarlo perché non riesca a governare. Silvio ha ragione per poter operare sereno e tranquillo ci vogliono le riforme. Prima per ricondurre alla ragionevolezza la magistratura e estirpare i PM che lo accusano, poi normalizzare la stampa avversa di sinistra quindi per permettere alle imprese di esprimere il loro potenziale in tutta libertà senza i vincoli di sinistra, poi le Grandi Opere soprattutto al Sud che necessita di forti investimenti pubblici per creare lavoro e businnes. A questo punto si potrebbero avere i benefici delle leggi di Berlusconi, ma non lo lasciano lavorare! "