mercoledì 14 ottobre 2009

Fare squadra all'italiana

Classico esempio italiano di come presentarsi compatti per i giochi olimpici del 2020:

Prima di "candida" Roma, seguita subito da Venezia ed infine tocca a Palermo proporsi come città olimpica. In questo gioco alla candidatura magari anche altri sindaci con mani di protagonismo potranno proporre la propria città. Tanto è tutto gratis e far caciara fra sempre bene, qualcosa porti a casa.

Ovviamente tra Roma e Venezia c'è sotto una guerra politica tra il potere centrale romano e la Lega Nord che ha già avuto diversi scontri: Malpensa, Alitalia ed il Rugby. Quasi sempre ha vinto Roma (tranne che nel rugby) vedremo questa volta.

Le candidature sono virtuali in quanto è il CONI che dovrà decide se e quale città presentare ufficialmente.

Mentre noi ci azzuffiamo gli altri fanno le cose sul serio e bene: il Giappone ha candidato Hiroshima e Nagasaki.