sabato 17 ottobre 2009

Goldman Sachs

Questa ultima crisi finanziaria è stata generata dalla finanza che ormai aveva perso il controllo, generando miliardi di dollari di utile sul nulla.

Quando la bolla è scoppiata molte banche ed assicurazioni sono crollate per i loro errori, sommerse da titoli tossici che fino a pochi giorni prima rendevano oro.

I governi mondiali si sono precipitati a salvare i salvabile, erogando montagne di soldi alle banche moribonde più per la stabilità sociale che per dare un impulso alla ripresa.

Per mesi e mesi ogni governante della Terra, ha ripetuto che bisognava cambiare le regole del gioco, che ci volevano più controlli, che i manager non potevano guadagnare oltre 200 volte lo stipendio di un impiegato. Tutte belle parole ma nei fatti si è fatto molto poco per riformare il mercato finanziario (a memoria mi ricordo solo la battaglia contro i paradisi fiscali, tutta da verificare).

Ora che il peggio sembra essere passato, la finanzia onnivora torna a sbranare nello stesso identico modo che ci ha portato a questa catastrofe economica.

Basta leggere costa sta facendo Goldman Sachs per capire che tutto sta tornando come prima, o forse peggio. La banca d'affari americana aveva ricevuto, in tempo di crisi nera, 10 miliardi di dollari dal governo americano per rimanere in piedi.

Ora nel suo ultimo rapporto i suoi utili sono schizzati alle stelle (3,2 miliardi di dollari). La notizia dovrebbe essere positiva ma se si analizza come ha fatto questi utili si vede che sono stati fatti con operazioni di trading borsistiche. Le stesse operazioni che sono andate fuori controllo.

Altra notizia preoccupante è che la Goldman Sachs ha già accumulato nel suo fondo per i bonus ai propri manager qualcosa come 21 miliardi di dollari, cifra record superiore al 2007, ovvero all'anno che è crollato tutto.

Per potersi spartire i dollari accumulati, Goldman Sachs ha intenzioni di rimborsare il governo americano al più presto, in modo da essere svincolata dalla rigida regolamentazione imposta da Obama sul compenso dei manager.

Le banche d'affari tornano più voraci di prima, senza aver cambiato di una virgola il proprio modus operandi, i manager si apprestano a ridiventare ricchi sfondati ed i governi, passata l'emergenza, verranno presto ripagati per il loro aiuto.

Siamo sicuri che questa sistema possa ridare nuovi posti di lavoro e stabilità economica?