venerdì 2 ottobre 2009

Loro muoiono lui condona

Ora Guido Bertolaso parla di abusivismo edilizio come causa scatenante per la tragedia di Messina (per ora 18 morti e 35 dispersi).

Forse è giusto ricordare a Bertolaso che segue un uomo che ha sempre parlato di cemento e condonato molto.

Ecco alcuni fatti concreti:

Condono edilizio del Governo Berlusconi nel 2003 (legge n 326 - che ha prodotto ingenti danni al territorio e proroghe che hanno ulteriormente danneggiato Sicilia e Campania).

Nuovo piano casa del Governo Berlusconi proposto nel 2009 per allentare i vincoli burocratici ed ampliare la cubatura della propria casa del 30 - 35%. Per ora non se ne è fatto nulla ma già pensarlo implica quanto si tenga alla conservazione del territorio italiano.

Sempre il governo Berlusconi, parlando di grandi opere, ha sempre sostenuto il ponte sullo stretto di Messina. Opera inutile e che distruggerà altro paesaggio nonchè farà abbattere una colata di cemento tra Calabria e Sicilia mai vista. Vedendo a che livello è l'abusivismo edilizio in Sicilia c'è da rabbrividire.

Un presidente che invece di parlare di demolizioni per gli ecomostri parla di edilizia creativa, manco fosse il più grande architetto degli ultimi 150 anni.

Pochi giorni fa parlavo dei nuovi abusivismi edilizi travestiti da nuovi impianti di calcio. Quello della Lazio dovrebbe sorgere su un'area a vincolo ambientale e pericolo esondazioni.

Ecco dopo avergli ricordato tutto questo spero che i politicanti di turno non vadano a fare le solite scenette dei sopralluoghi folcloristici e men che meno si presentino in prima fila ai funerali solenni.

Stanno governando questo paese con un tale schifo per esso che bisognerebbe sputargli in faccia.