domenica 28 febbraio 2010

Il Presidente Sciatore

Alle Olimpiade Invernali non andava affatto bene. Per dirla in altre parole si andava di merda.

Partiti con la solita sbruffonaggine italiana che si manifesta dopo un grande successo (Olimpiadi di Torino con 5 ori e 6 bronzi) ci ritrovavamo con solo 1 argento e 3 bronzi.

Come sempre accade da noi, dopo una delusione cocente, erano iniziati i processi del tutti contro tutti promettendo rivoluzioni e novità di ogni sorta.

Vincere un argento o un bronzo è già un risultato eccezionale perchè molto spesso la vittoria è una combinazione di proprie capacità e situazioni favorevoli. Ovviamente in un paese dove se arrivi secondo sei un fallito, a pochissimi importava di aver comunque conquistato 4 medaglie.

Quando sembrava tutto perso eccoti il classico exploit all'italiana con lo slalomista Giuliano Razzoli (detto Razzo) che vince la medaglia d'oro dopo 22 anni da Alberto Tomba.

Salire sul carro del vincitore è altro sport nazionale e quindi tutti i personaggi che fino a poco tempo fa gridavano al fallimento (Federazioni e CONI) o non cagavano minimamente le olimpiadi (politica) si sono materializzati al fianco dello sciatore di Villa di Minozzo.

Il capolavoro lo fa ovviamente il nostro Presidente del Consiglio che chiamando al telefono Petrucci esclama “È stata una gara eccezionale, l'ho seguita in diretta e mi sono emozionato. Una grande vittoria che ci ha reso tutti felici. Faccia i complimenti al ragazzo, so che adesso ha la premiazione, lo chiamerò domani per rallegrarmi con lui”.

Ovviamente lui segue soli le gare in cui un italiano vince l'oro perchè era a letto mentre Pietro Piller Cottrer vinceva un bellissimo argento nella 15 km, oppure quando Alessando "pitbull" Pittin conquistava uno storico bronzo nella combinata nordica. Magari era dall'estetista mente Armin Zoeggler vinceva il bronzo nello slittino (purtroppo tragico).

Infine gli stavano spiegando, nel consiglio dei Ministri, che cosa è lo short track e quindi si è perso il bronzo di Arianna Fontana.

Ora promette di chiamara Razzoli quanto prima. Una cortesia Razzo, gli fai un pernacchione telefonico per ringraziarlo di cotanta partecipazione spontanea?