lunedì 1 marzo 2010

La7 e la puntata scomoda

Molti si erano illusi che La7 fosse un qualcosa di diverso, dove tutti potevano parlare di tutto.

Che si sbagliassero di grosso ne avevo avuto il sentore da quando hanno cacciato, senza una valida ragione, Daniele Luttazzi. Poi è toccato a Crozza Italia non essere più tollerato.

Adesso tocca a Gad Lerner mandare giù il boccone amaro della censura. La puntata sullo scandalo Sparkle/Fasteweb è stata spostata a data da destinarsi. Troppo semplice capire che Telecom essendo editore di La7 e parte in causa nello scandalo voglia il meno possibile approfondire la questione per evitare ulteriori danni d'immagine.

Prima salvaguardare i propri interessi e poi fare informazione.

Anche la risposta dell'amministratore di Telecom Italia Media lascia molto a desiderare, perchè fa capire che ha ricevuto ordini da persone più in alto di lui.

Il problema è che ci stiamo abituando alla censura preventiva.