venerdì 2 aprile 2010

Ordinary Day

Oggi è un altro giorno, un giorno talmente normale da essere terribilmente italiano.

Dopo ogni elezioni tutti si affrettano a dire di "non aver perso" perchè la matematica è un'opinione e perchè tutti sognano che le elezioni prossime saranno meglio. Politici di ogni colore ed età sfilano in tv, come se fossero ad una collezione di Pitti Uomo. Sempre le solite facce, gli soliti slogan ma adesso presentano anche i loro figli perchè la loro prole è lì perchè se lo merita altro che raccomandazioni.

Intanto Amici ha sfornato l'ennesimo vincitore-cantante. Chi recita o balla fa solo da contorno perchè purtroppo questa passione fa pochi soldi. Meglio puntare sull'album preconfezionato messo su iTunes ed il gioco è fatto. La vincitrice ci dice che il suo motto è "salento talento" roba da far impallidire il mago Silvan.

Finalmente sappiamo che Ricky Martin è gay ma la cosa più sconvolgente per un italiano è che ha due gemelli. Meglio continuare a ghettizzare gli omosessuali ed abusare dei minori in privato, d'altronde i valori della famiglia vanno preservati.

Se la politica è noiosa il caso Balotelli è invece un'avvincente telenovela che appassiona giovani ed anziani. Pro o contro Balotelli? Meglio il talento o l'educazione? Quando vogliamo analizzare un avvenimento siamo fenomenali: scomodiamo psicologi, facciamo inchieste, sondaggi, scriviamo fiumane di articoli. Peccato che ci appassioni solo il gossip da bar, buono solo per sentirsi spensierati per due minuti.

Intanto un altro politico è indagato per corruzione, i nostri monumenti vanno in pezzi, il lavoro è sempre meno e Niki Vendola si crede l'Obama del Tavoliere.