venerdì 2 aprile 2010

Troppa dittatura

E' sempre molto interessante vedere quanto sia il grado di sopportazione degli ordini di un qualsiasi lavoratore verso il suo responsabile.

Prendiamo ad esempio il TG1 dove Augusto Minzolini ne è il direttore senza averne le capacità e senza avere la stima della sua redazione. E lì perchè per anni ha intessuto le lodi del Cavaliere sul quotidiano La Stampa.

Con queste premesse una redazione seria ed indipendente lo avrebbe sfiduciato all'istante, invece ha avallato una serie di sciagure giornalistiche da far ribrezzo.

Come non ricordarsi lo sciacallaggio da auditel per il terremoto dell'Abruzzo, o gli editoriali del direttore Minzolini sempre pronto a difendere i potenti a cui deve carriere e stipendio. Anche dire che Mills era stato assolto non ha sortito alcun effetto interno alla redazione.

Così il buon Minzolini si è fatto prendere la mano ed ha cambiato i conduttori per una ventata di "aria fresca". Apriti cielo.

Finalmente i giornalisti del TG1 alzano la testa forse stanchi di essere solo delle comparse del direttorissimo sempre più emulatore di Caligola.

Ogni redazione si merita il Direttore che ha.