martedì 18 maggio 2010

C'è chi vince e chi muore

Un ministro della difesa si dovrebbe occupare solo di forze armate e delle nostre missioni all'estero.

Ovviamente siamo in Italia e quindi Ignazio La Russa si occupa principalmente di calcio, sua grande passione.

Il buon Ignazio non disdegna interventi telefonici su reti private (come Tele Lombardia) per parlare della sua amata Inter. Il suo approccio è da tifoso, quindi difendere la propria squadra sempre e comunque.

Parlare dell'atteggiamento del Siena quando due militari sono morti per la "pace" (così si dice in giro) non ti fa fare una bella figura. Anzi. Polemiche anche dagli ex amici di An.

Spiegare perchè già 21 italiani siano morti in Afghanistan pare brutto o forse non si hanno gli argomenti giusti per convincere i cittadini che questa missione è giusta.

Parlare di calcio quando due persone hanno dato la loro giovane vita per la patria, fa capire quanto interessino le sorti dei nostri militari a chi li ha messi lì.

Zero.

Come lo zero del Siena sul campo.