mercoledì 5 maggio 2010

Guida Galattica per il Digitale Terrestre

Che cos'è il Digitale Terrestre?
Il Digitale Terrestre (da adesso solo DTT) è il nuovo sistema di trasmissione televisivo che permette di vedere un numero maggiore di canali (utilizzando le stesse frequenze di oggi) e consente l'introduzione dell'interattività, ovvero che lo spettatore può interagire con il programma che sta vedendo.

Quali sono i vantaggi?
Come detto prima il DTT permette la visione di maggiori canali e quindi aumentare la pluralità dell'informazione e dell'offerta televisiva. Inoltre offre la possibilità di pagare per eventi televisivi singoli (ad esempio una partita di calcio).

Quali sono gli svantaggi?
Innanzitutto non è una libera scelta di ogni cittadino ma è una decisione dei governi europei. Il problema tecnico più sentito è che il segnale del DTT in presenza di ostacoli naturali, come le montagne, non riesce a passare. In questo caso non si avrà la possibilità di vedere il DTT. L'unica soluzione è il satellite, ovvero utilizzare la parabola.

Come faccio a capire se ho già il Digitale Terrestre?

Per capire se hai già il Digitale Terrestre serve verificare le caratteristiche del proprio televisore.
  • Se il modello è stato acquistato dopo l'aprile del 2009 l'ha già integrato al suo interno, visto che per legge è obbligatorio inserirlo proprio dalla data sopra indicata.
  • Se l'acquisto è stato fatto prima dell'aprile del 2009 molto probabilmente non si ha un televisore adatto al DTT. Si può provare a verificare se all'esterno è presente un bollino che attesti la predisposizione al DTT. Il bollino attesta una certificazione italiana, quindi su molti modelli provenienti dall'estero non sarà presente. Consultate sempre il libretto d'istruzioni.

Cosa serve per vedere il DTT?

Si hanno principalmente due strade davanti:
  • acquistare un decoder esterno da utilizzare con la televisione già in proprio possesso
  • acquistare un televisore di nuova generazione con il decoder incorporato

Ogni televisore è compatibile con il DTT?
Tutti i televisori che hanno la presa SCART sono compatibili con il DTT. E' proprio tale presa che consente di collegare il decoder. Per sapere se il proprio televisore ha la presa SCART consultate il libretto d'istruzioni.

Il mio televisore non ha la presa SCART. Devo cambiarlo?
No. Sul mercato ci sono dei modulatori di frequenza collegabili tra tv e decoder che permettono di risolvere il problema della presa SCART. Oppure si può optare per i decoder che incorporano la funzione di modulatore RF: si collegano direttamente alla tv usando le prese d’antenna.

Ho più di un televisore. Devo acquistare per ogni tv il suo decoder?
Purtroppo si. Ogni televisore deve avere il proprio decoder e quindi non ci può essere un "decoder unico" per tutti i televisori in proprio possesso.

Bisogna cambiare l'antenna?
Generalmente in ogni condominio l'antenna è già predisposta per ricevere il segnale digitale. In ogni caso è sempre meglio contattare l'amministratore condominiale per verificare che tale antenna sia a norma. In caso contrario bisognerà provvedere a chiamare un tecnico per i lavori del caso.

Se ho il decoder di Sky, posso vedere il digitale?
Per vedere correttamente i canali del DTT bisogna comunque comprare un decoder in quanto Sky non si è accordata con il consorzio Dgtvi (Rai, Mediaset, La7).

Quante tipologie di decoder esistono?
Ci sono sostanzialmente 4 tipologie di decoder, legate alle caratteristiche del decoder stesso:

Zapper: Con il termine zapper si indicano i decoder non interattivi in grado di ricevere solo i canali in chiaro, ovvero quelli gratuiti. Sono più economici dei modelli interattivi. Il prezzo varia tra i 20€ ed i 40€.

Zapper Scart: Presentano le stesse caratteristiche degli Zapper ma hanno una forma diversa. Questi apparati sono molto piccoli e vanno generalmente posizionati dietro il televisore, collegati direttamente alla presa scart. Risultano particolarmente comodi nel caso in cui non abbiate spazio libero sufficiente per un comune decoder. Con questi modelli rimane comunque la necessità di posizionare il ricevitore ad infrarossi per il telecomando nella parte frontale dell’apparecchio TV. Il prezzo varia tra i 25€ ed i 40€.

Decoder Interattivo: Permette di interagire con quanto accade sullo schermo mediante collegamento alla presa telefonica. Sono in grado di ricevere i bouquet delle pay TV (al momento Mediaset Premium e Dahlia) mediante l’uso di una scheda da inserire nell’apposita fessura. Il prezzo varia tra i 60€ ed i 200€ (in questa fascia possiamo beneficiare del contributo statale di 50€).

Decoder HD: Stesse caratteristiche dei decoder interattivi ma in più permettono anche la visione dei canali trasmessi in alta definizione. Il prezzo parte dai 200€ in su.
Si ricorda che lo standard trasmissivo si evolverà in futuro da DVB-T a DVB-T2. Comprare un decoder molto avanzato si corre il rischio di doverlo sostituire nel giro di pochi anni.

Decoder DVB-T e DVB-S: Apparecchi compatibili sia con lo standard digitale Terrestre che Satellitare. Sono i decoder più complessi e costosi. In genere sono anche in grado di ricevere canali HD. Il prezzo parte dai €200 in su.

Come faccio a scegliere il decoder/televisore nuovo?
Per poter scegliere in sicurezza l'acquisto del decoder o del televisore bisogna guardare i bollini Dgtvi:

- Bollino Grigio: sono i decoder detti zapper, ossia quelli che per ricevere tutti i canali free del digitale terrestre, tranne per quelli a pagamento, inoltre non potete accedere ai servizi interattivi

- Bollino Blu: identifica decoder che invece consentono di vedere, oltre ai programmi in chiaro, anche quelli a pagamento e interattivi, oltre al bollino li riconoscete perché hanno l’alloggiamento per la scheda.

- Bollino Bianco: sono i decoder integrati nei televisori digitali di nuova generazione, che consentono di vedere tutti i programmi free e di accedere a quelli a pagamento grazie a un dispositivo (detto CAM) i per la lettura delle schede per i servizi di digitale terrestre pay di solito la cam si paga a parte.

- Bollino Gold: indica quei decoder (e TV con decoder integrato) che integrano l’alta definizione e permettono di vedere i programmi in chiaro, quelli a pagamento e tutti i servizi interattivi.

- Bollino Silver: dedicato ai televisori con integrato un sintonizzatore digitale terrestre in alta definizione e dispositivo SmarCAM C+, per poter vedere senza decoder esterno anche i canali in HD sia free che a pagamento


Dove comprare il decoder/televisore? Quale modello scegliere?
Il consiglio è quello di rivolgersi in una delle più famose catene di elettronica sparse per l'Italia. Nomi come MediaWorld, Saturn, Trony o Expert offrono ampia scelta di modelli ed ampie garanzie post-vendita. Per i modelli c'è solo l'imbarazzo della scelta cercando di non comprare marche sconosciute solo perchè estremamente economiche.

Come sintonizzare i canali del digitale terrestre?
La sintonizzazione dei canali si svolge in 7 facili passi:

  • Premi il tasto MENU sul telecomando del decoder
  • Seleziona la voce dedicata alle impostazioni o alla gestione dei canali (il nome esatto dipende dal modello di decoder acquistato)
  • Seleziona la voce di ricerca dei canali
  • Se viene proposto di aggiornare oppure di reinstallare i canali, scegli l’opzione di reinstallazione
  • La maggior parte dei decoder a questo punto chiederanno di scegliere tra la ricerca normale e quella automatica: scegli la ricerca automatica, che creerà una lista dei canali ordinata (RaiUno al numero 1, RaiDue al numero 2, ecc) alla quale probabilmente sei abituato con la tv analogica. Sarà sempre possibile in futuro modificare l’ordine dei canali a tuo piacimento.
  • La sintonia dura alcuni minuti. Se al termine il decoder chiede di scegliere il numero di posizione da associare ad alcuni canali, seleziona i canali di maggiore interesse per te; il decoder li inserirà automaticamente nelle prime posizioni, mentre lascerà quelli che scarti dal numero 850 in avanti.
  • Chiudi il menu premendo il tasto EXIT del telecomando del decoder o del televisore con ricevitore integrato

Alla fine di questa procedura puoi vedere la lista dei canali premendo il tasto LIST del telecomando del decoder o del televisore.

Quando nella mia regione si passerà definitivamente al DTT?
Ad oggi le regioni che sono passate al DTT sono: Sardegna, Valle D'Aosta, Piemonte Occidentale, Trentino Alto Adige, Lazio e Campania. Tutte le altre regioni seguono questo calendario.

C'è qualche sito o numero verde d'informazione?
Sul web c'è il sito http://www.decoder.comunicazioni.it/ in cui sono racchiuse le principali formazioni, oppure si può utilizzare il numero vero 800.022.000.