martedì 11 maggio 2010

Io sto con lui

In un consiglio regionale lombardo, infestato da trote e vallette, l'unico che ha avuto il coraggio di urlare in faccia tutto il dissenso è un radicale, Marco Cappato, che non guadagnerà 9.000 euro al mese.

Siccome siamo un paese meritocratico, Marco è stato prontamente cacciato dall'aula, spazio ai flash dei paparazzi.