martedì 20 luglio 2010

L'estate sta finendo

E' in ottima forma il Pres. del. Cons. che si presenta al raduno dell'A.C. Milan. La squadra più titolata al mondo deve essere presentata dall'uomo invincibile per eccellenza, da colui che presiede tutto quello che conta in Italia.

Così si presenta con i suoi occhi deformati dal lifting ed il cuoio capelluto che emana quella tipica luce "nero antrace" che solo una marca di lustra-scarpe può presentare sul mercato.

Lui è magnanimo e buono così non perde occasione per dire che Leonardo (l'allenatore precedente) era un'incapace a livello tattico, che lui lo sapeva e lo correggeva ma si sa che con le persone che hanno dei valori e non sono condizionabili lui proprio non riesce ad andarci d'accordo. Però la stima rimane, ci mancherebbe.

Il nuovo allenatore, tale Massimiliano Allegri, invece, è un ottimo allenatore. Talmente bravo che nella conferenza stampa non spiccica parola, si beve tutto quello che il Pres. gli dice: aneddoti, battute, consigli tattici e perfino la barzelletta sul pappagallo. Per avere un pò di euri ed un pò di gloria, un allenatore deve fare questo ed altro.

A dire il vero la non conferenza stampa è tipica Berlusconiana: prime tre file di sponsor e politici (si è portato Robero Maroni) buoni per gli applausi ed il consenso ad ogni sua esternazione. Dietro qualche giornalista per lo più compiacente alla causa (vedasi Pellegatti). Gli altri non pervenuti, dai giornalisti sportivi non si può pretendere che nasca un Travaglio. Suvvia.

Vicino a lui i suoi dipendenti: Allegri (allenatore), Galliani (braccio destro calcistico), Ambrosini (capitano), Yepes (neo acquisto). Tutti zitti o mono sillabi solo per confermare che il Pres. del Milan ha sempre ragione.

La chicca è la difesa di Ronaldinho, un giocatore bolso e finito da anni che sono il più grande piazzista poteva santificare e consacrare come campione. Lui lo vuole sempre in campo, fino a che il brasiliano abbia 40 anni perchè è il più forte di tutti.

Fuori da tutto questo popò di pensieri, un gruppo di ultras lo insulta ed offende perchè non spende più un euro.

In un paese serio verrebbe insultato per altro, giorno e notte fino a farlo vergognare si se stesso ma la serietà non ci appartiene, a noi basta che
compri Ibrahimovic e batta l'Inter nel derby.