venerdì 6 agosto 2010

Troppo Candido

Candido Cannavò è stato un buon direttore della Gazzetta dello Sport, ma è diventato il simbolo soprattutto perchè l'ha diretta per 19 anni (1983 - 2002).

Parliamoci chiaro ogni direttore deve, in primis, far crescere la tiratura del proprio giornale ma anche avere la buona sorte di avere un editore che riponga sempre fiducia in lui. Cannavò ha avuto questo, un lungo cammino di incontrastata direzione della rosea e lui l'ha saputo sfruttarla a dovere.

Far andare bene alla Gazzetta non è un'impresa, talmente è importante questa testata per la storia del nostro paese ma lui è riuscito anche a "bucare lo schermo" portando la sua figuria in giro per trasmissioni o eventi sportivi. E' diventato il direttore della porta accanto, il giornalista che aveva una buona parola per tutti.

Detto questo trovo che l'utilizzo postumo della sua immagine stia sfuggendo di mano un pò a tutti vista la mole di manifestazioni in suo nome:

- Fondazione Candido Cannavò
- Candido Day
- Memorial Candido Cannavò
- Impianto sportivo Candido Cannavò
- Premio Candido Cannavò

A me è sempre piaciuto ricordare le persone morte in altro modo, ma così va il mondo oggi.