giovedì 30 settembre 2010

Il Bel Paese

Il ministro Renato Brunetta compra una casa all'isola d'Elba per 40.000 euro (in pratica ad 1/6 del suo valore di mercato e forse con soldi pubblici, si profila un nuovo caso Scajola altro che casa a Montecarlo)

Mentre Antonio Di Pietro e Pierferdinando Casini discutono del discorso alla camera di Silvio Berlusconi ci aspetta un futuro tetro fatto di tagli lacrime e sangue (come sempre la politica è vicina al paese reale)

Al Nord ormai la mafia seppellisce i rifiuti nocivi un pò dove gli pare mentre chi dovrebbe combatterla nei fatti lo fa solo a parole (basta guardare quanti sono gli indagati o condannati per mafia nel maggiore partito di governo)

Abbiamo una scuola pubblica bresciana (Adro) completamente "leghizzata" e dopo svariti appelli il ministro dell'istruzione dice che i simboli di partito devo essere tolti. Il sindaco la manda a quel paese (della serie lo stato non conta un cazzo).

Abbiamo un governo che prima insulta i propri cittadini, poi inneggia all' antisemitismo dentro la massima rappresentazione della democrazia (un pò come ruttare a casa dei genitori della tua fidanzata ed esserne fieri)