domenica 17 ottobre 2010

Proprio tutto no, però...

Il procuratore antidoping del Coni, Ettore Torri, si è sfogato dicendo che tutti i ciclisti si dopano.

Sicuramente è stato uno sfogo del momento dettato dalla sua esperienza ma che ha scatenato la reazione compatta del mondo del ciclismo. Addirittura c'è chi gli chiede i danni.

Ma veramente Torri ha detto una cosa così terribile?

Elenco tutti i casi più eclatanti di doping dal 1998 al 2010, traete voi le conclusioni:

Caso Festina. La squadra francesce Festina ammette di far uso di doping per tutti i suoi atleti e viene cacciata dal Tour de France. I due ciclisti di punta della squadra Virenque e Zulle sono qualificati rispettiamente per 1 anno e 9 mesi.

Evgenij Berzin
. Il corridore russo vince a sorpresa il Giro d'Italia ma successivamente non vince più nulla e fu accusato di aver assunto EPO, fatto che mise fine alla sua carriera professionistica.

Oscar Camenzind. Campione del mondo del 1998 venne trovato positivo nel 2004 lasciando subito dopo il ciclismo.

Pedro Delgato. Vincitore del tour de France 1998 venne trovato positivo ad una sostanza coprente per nascondere l'uso di anabolizzanti. Non fu squalificato ma il sospetto

Marco Pantani.
Dopo il suo anno d'oro con la doppietta Giro d'Italia e Tour de France, viene trovato con l'ematocrito alto mentre si accingeva a vincere il suo secondo Giro d'Italia e viene squalificato.

Michael Rasmussen.
Il corridore danese venne squalificato quando al Tour del 2007 già in testa si scoprì che mentì sul luogo di allenamento (probabilmente per questione legate al doping).


Stefan Schumacher. Forte cronomen, veste anche la maglia gialla ma viene squalificato per doping nel 2008.

Danilo Di Luca. Vincitore del Giro d'Italia 2007 è stato squalificato per doping nel 2009 ma avendo collaborato con la giustizia sportiva ha avuto uno sconto di pena di 9 mesi.

Dario Frigo. Ha avuto due squalifiche per doping: la prima quando venne licenziato dalla sua squadra per possesso di sostanze dopanti (Giro d'Italia 2001), la seconda quando venne arrestato (Tour de France 2005) in quanto la moglie era in possesso ancora di sostanze dopanti.

Operacion Puerto. Dopo il caso Festina è stato il più grande scandolo di doping nel ciclismo. Il dottor Fuentes drogò una serie di atletici di spicco come Jan Ullrich, Ivan Basso, Francisco Mancebo, Michele Scarponi, José Enrique Gutiérrez, Roberto Heras, Alejandro Valverde.

Floyd Landis. Vince il Tour de France del 2006 venne subito dopo squalificato per doping ed oggi ed uno dei più grandi accusatori di Lance Armstrong.

Emanuele Selle e Riccardo Riccò. I due giovani ciclisti si rendono protagonisti sulle salite del Giro d'Italia del 2008 ma subito dopo vengono trovati positivi e squalificati per due anni.


Leonardo Piepoli. Anche lui viene squalificato al Tour del 2008 per doping, ricevendo una squalifica di 2 anni che pone fine alla sua carriera agonistica.

Davide Rebellin. Il ciclista veneto era da sempre stato un paladino dello sport pulito ma durante la corsa individuale alle olimpiadi di Pechino del 2008 (vincerà la medaglia di bronzo) viene trovato positivo e squalificato.

Bernhard Kohl
. Lo scalatore austriaco sorprese tutti arrivando terzo al Tour De France del 2008 ma poi anche lui venne squalificato per doping ritirandosi un anno dopo.

Aleksandr Vinokurov. Anche il forte atleta kazako viene squalificato al Tour del 2007 per doping, controllato dopo una caduta.

Alberto Contador. Il tre volte vincitore del Tour è stato appena trovato positivo e non si sa quale sarà la sua sorte.

Lance Armstrong. Il sette volte vincitore del Tour è da anni al centro di rumors sul suo presunto doping ma adesso la giustizia americana lo sta mettendo all'angolo.