domenica 19 dicembre 2010

La prima banca che salta (non sarà l'unica)

Il Banco Emiliano Romagnolo è tecnicamente fallito e nell'attesa di capire che destino avrà (pare che possa essere presa da Banca Intesa) la Banca d'Italia ha ordinato il blocco operativo di tutti i conti correnti, bonifici, prelievi bancomat e compravendita titoli.

Tutto questo si traduce nell'impossibilità da parte di tutti i clienti (dipendenti compresi) di poter operare sui propri soldi come meglio si crede. Lo documenta, in modo inequivocabile, il blog di Beppe Grillo. La crisi finanziaria quindi non sta risparmiando nessuno, nemmeno le banche che a quanto pare iniziano ad avere problemi di liquidità.

Già a Marzo la Banca D'Italia aveva sanzionato il Banco Emiliano Romagnolo per irregolarità ma ovviamente la notizia non aveva destata nessun interesse.

Secondo il Salvagente ci sarebbero 13 indagati per truffa e riciclaggio visto che la banca ha un buco di 10 milioni di euro "grazie" alla gestione dei risparmi tramite i derivati che con la crisi economica sono evaporati.

La cosa grave che nella sola Emilia Romagna ci sono già state 4 banche commissariate.

A questo si aggiunge la probabile proroga dei crediti bancari verso le piccole e medie imprese fiaccando ulteriormente il sistema bancario italiano.

Il 2011 sarà un anno durissimo economicamente parlando.