domenica 27 febbraio 2011

Modello di riferimento

I modelli di riferimento sono importanti per tutti, soprattutto per le giovane generazioni così ricche di energie e sogni e così sciocche da seguire i modelli più accattivanti ma terribilmente pericolosi.

Sappiamo tutti che il modello televisivo imperversa da ormai 20 anni, per opera di B. che, grazie ad esso, detiene il potere e una grande quantità di denari. Tale modello ha fatto tabula rasa degli altri modelli e perfino la Chiesa si sta rendendo conto che la "famiglia cristiana" sta lentamente scomparendo.
Questo modello si basa principalmente su tre fattori: bellezza, popolarità e ricchezza. Capite bene che si punta tutto sull'affermazione personale e sul culto della propria persona. Un IO che si gonfia ogni giorno grazie ad apparizioni tv, interviste e feste private.

La chimera da inseguire è il successo che monda tutte le manchevolezza che il personaggio di turno ha. Se il pubblico ti ama per quello che sei, nessuno si chiederà se sei intelligente, se hai del talento, se ce l'hai fatta perchè sei stato migliore di altri. I tuoi fans ti amano perchè vesti alla moda, perchè sei bella, perchè sei famosa e vorrebbero essere come te.
La proprietà transitiva in ambito politico vien da sè: un politico è bravo solo quando tanti lo votano. Stop. Tutto il resto è secondario, quasi irrilevante.

Per poter continuare a vivere, il modello televisivo deve iniettare nel pubblico nuovi miti, nuovi sogni oltre a modellare la realtà per farla sembrare più bella di quella che è. Per far ciò utilizza lo strumento Tv con messaggi esclusivamente commerciali privi di contenuti. Persino i Talent Show sono in realtà un grande spot pubblicitario per le case discografiche.

Se abbiamo a mente tutto questo non desta stupore che B. continui ad osteggiare qualsiasi progresso sociale nel nostro paese. A lui sta bene così, vive nel suo mondo "fatato", attorniato da servitori fedeli, da donne bellissime che lo amano e da un elettorato che lo adora in quanto B.
Ma se togliamo la patina ed il luccichio di payette questo modello rende felici?

Prendiamo ad esempio la coppia Nina Moric - Fabrizio Corona. Belli, famosi e ricchi. A prima vista i tre fattori del modello televisivo ci sono tutti. Poi la magia finisce e Fabrizio passa più tempo nelle aule giudiziarie che altrove ed è costretto a mezzucci da morto di fame per campare. Nina Moric se la passa anche peggio visto che ormai è quasi senza soldi ed è costretta a partecipare all'Isola dei Famosi sull'orlo della chiusura.

In pratica stiamo vivendo in un periodo di falsi miti, dove abbiamo creduto che l'affermazione personale contava più di tutto, che era l'unica via per la felicità non rendendoci conto che stavamo diventando più poveri e più ignoranti.