sabato 14 maggio 2011

Milano odia l'atletica

Anche il mondo dell'atletica milanese va contro il sindaco uscente Letizia Moratti.  

Nei giorni in cui si festeggia lo scudetto numero 18 del Milan, l'atletica lancia il proprio grido d'allarme, soffocata dallo strapotere del calcio e dalla carenza d'impianti.

Lo fa davanti alla'Arena simbolo di un qualcosa che doveva esserci e non c'è mai stato. Dopo decenni di abbandono, essa viene ristrutturata e nel 1996 ospita la finale del Grand Prix Iaaf di atletica leggera. Fu un successo.

Ma dopo i primi bagliori, la politica milanese e la stessa FIDAL non hanno fatto nulla per continuare ad accrescerne l'interesse ed aumentarne il numero di praticanti.

Leggendo la giornata di protesta su Gamefox c'è poco da stare allegri. Poco seguito d'informazione, solo una tv (Odeon) ed la consapevolezza che gli atleti, sono rimasti soli senza avere una concreta speranza di futuro.

L'atletica a Milano sta morendo, o forse è già morta.