venerdì 6 maggio 2011

Wanted

Massimo Calearo (ex PD, ora nei “Responsabili”) ha votato la fiducia al governo Berlusconi ed ora è consigliere personale del Presidente del Consiglio per il commercio estero. Ieri (2009) sosteneva che "noi vogliamo rappresentare una nuova speranza per il paese" oggi (2011) sostiene che "Berlusconi merita un posto in paradiso". Prima del voto di fiducia aveva spiegato il prezzario sulla compravendita dei voti parlamentari.



Roberto Rosso (ex Futuro e Libertà, ora nei “Responsabili”) ha votato la fiducia al governo Berlusconi ed ora è sottosegretario all’agricoltura. Ieri (2010) “voleva costruire un futuro di libertà” oggi (2011) vuole “garantire irrigazione al sud ma anche al nord”.


Luca Bellotti (ex Futuro e Libertà, ora nei “Responsabili”) ha votato la fiducia al governo Berlusconi ed ora è sottosegretario al Welfare. Ieri (2010) leggendo passi del vangelo di San Luca ne aveva per tutti e diceva che “Fini è la dimostrazione che non tutti gli italiani sono comprabili” e rassicurava gli elettori sulla sua ostilità al governo. Oggi (2011) sostiene che “di Welfare non ne so nulla”.




Catia Polidori (ex Futuro e Libertà, ora nei “Responsabili”) ha votato la fiducia al governo Berlusconi ed ora è sottosegretario allo sviluppo economico. Ieri (2010) sosteneva che ci attendeva “un pecorso futurista, un percorso dinamico che parte dalla gente, tra la gente, per la gente” e che due giorni prima del voto sulla fiducia al governo Berlusconi, festeggiava il “natale futurista”. Oggi (2011) sostiene, invece che “bisogna correre”.



Bruno Cesario (ex PD, ora nei “Responsabili) ha votato la fiducia al governo Berlusconi ed ora è sottosegretario all’economica. Ieri (2010) festeggiava il natale con la scuola calcio San Giorgio 1926. Oggi (2011) vuole una legge speciale per Napoli.


Aurelio Salvatore Misiti (ex Mpa, ora nei “Responsabili”) ha votato la fiducia al governo Berlusconi ed ora è sottosegretario alle infrastrutture. Ieri (2010) posava la prima pietra della nuova caserma dei carabinieri. Oggi (2011) vuole diventare vice ministro delle infrastrutture ed è lì per le sue competenze.


Giampiero Catone (ex Futuro e Libertà, ora nei “Responsabili”) ha votato la fiducia al governo Berlusconi ed ora è sottosegretario all’ambiente. Ieri (2010) sosteneva che “Futuro e Libertà non ha padroni”. Oggi (2011) invece ci fa sapere che la sua nomina è stata voluta anche dalla Chiesa.


Riccardo Villari (ex PD, ora nei “Responsabili”) ha votato la fiducia al governo Berlusconi ed ora è sottosegretario alla cultura. Ieri (2008) non si dimetteva da presidente della commissione di vigilanza Rai.Oggi (2011) dice che non l’hanno comprato.