martedì 5 luglio 2011

Ciao Portogallo, avanti il prossimo

Dopo la Grecia fallita da tempo ed in preda a pesanti scontri sociali, dopo l'Irlanda fallita per colpa dell'economia virtuale senza vere industrie, ora tocca al Portogallo ormai dato per fallito un pò da tutti.

Il prossimo serio candidato al fallimento è la Spagna, con un tasso di disoccupazione altissimo, pari al 21,3%. Dopo anni di economia drogata dall'edilizia pazza, gli spagnoli si sono risvegliati con poche prospettive per il futuro, tanto da scendere in piazza con le pentole incazzati neri.

Infine ci siamo noi con un debito pubblico tra i più alti del mondo ed un pazzoide che continua a varare manovre economiche deghe dell'Argentina.

In tutto questo il ministro dell'economia Giulio Tremonti sembra sempre più inadeguato.