giovedì 7 luglio 2011

Giulio

A tutti noi è capitato di confrontarsi con quegli omini occhialuti, gracilini, un pò strafottenti con quell'aria da primi della classe senza averne nè le capacità nè la personalità per esserlo. Di solito, questi omini, si chiamano Giulio che, dopo il gran condottiero Cesare, hanno per ben poco di cui vantarsi.

Di solito il primo incontro avviene a scuola, superiori, tu studente che tira a campare cerchi di scopiazzare dal tuo Giulio, che siede lì, al primo banco e lecca sempre il culo ad ogni professore. Lui studia, tu no. Poco importa, cerchi di barattere il compito in classe con la sua difesa fisica dai bulli. Sì, gli studenti Giulio vengono sempre presi a mazzate e sai che non diranno nulla alla mamma. Scopri che Giulio è così, quando vedi i suoi genitori a fine quadrimestre, tutti precisini, occhialuti anche loro, noiosi nella loro assoluta insipienza. Gente simile nella vita non farà mai strada, pensi, quindi anche Giulio diventerà un impiegato del catasto che scoperà per la prima volta a 35 anni con la racchia zitella vicina di casa. 

Il problema è che dopo la maturità tu non sai che cosa fare della tua vita, figurati sapere che lavoro farai, mentre Giulio, dileguandosi, sa già con precisione le tappe della sua vita. Lui studierà all'università fregandosene delle lotte studentesche, della politica utopistica giovanile, concentrandosi su dottorati, tesi, bigini e ferrea applicazione.

Così gli anni passano e tra vittorie e sconfitte, si diventa pseudo-adulto, con un lavoro piovuto dal cielo (ringraziando il supremo per il regalo) che ha smontato, per sempre, il "voglio far da grande" bambinesco. Tutto finito. Macchè.

Ti accorgi ben presto, che uno dei pochi appigli alla tua infanzia è proprio quel Giulio, un pò invecchiato, che osservi in tv spiegarti ora la manovra finanziaria, ora lo scudo fiscale, ora le tasse. La vocina monotona, impacciata, stridula, ripete sempre le stesse cose: rigore, conti a posto, crisi economica. Pensi subito a tutti gli sfottò che quell'omino ha dovuto sopportare nella sua vita e capisci le tante seghe economiche che ci sta propinando in questi anni.