lunedì 19 settembre 2011

Fa schifo ma lo guardo


Ezio Greggio ha fatto solo due cose sensate, artisticamente parlando, nella sua vita, ovvero Drive In (oltre 30 anni fa) e Striscia la Notizia (che conduce da almeno 10 anni).

Insomma in 35 anni di carriera ha collezionato più flop che altro, soprattutto al cinema. Ezio si è sempre creduto un genio incompreso del grande schermo e ci ha provato in tutti i modi a fare l'attore/regista ma con risultati disastrosi. A parte i consueti "Natale a" ha diretto "capolavori" come il Silenzio dei Prosciutti (1994), Dracula Morto e Contento (1995), Killer per caso (1997) e Svitati (1999). In questi filmacci c'è spesso Mel Brooks, di cui divenne grande amico.

Sfido chiunque a dirmi che abbia visto al cinema, fino ad oggi, un film di Ezio Greggio.

Il buon Ezio ci ha riprovato con Box Office 3D, parodia italiana di tutti i sequel americani che già dal trailer denota lo schifo che il Greggio riesce a produrre sul grande schermo.

Flop di pubblico? Macchè, tutti a guardarlo ed ha stroncarlo senza pietà (da comingsoon.it):

"Il film è indecente ragazzi.. Battute scandalose, 3D bruttissimo insomma 11 euro buttati"

"Visto ieri sera e posso dire che è il film più penoso della storia del cinema...inguardabile...la gente è andata via prima della fine...veramente deluso..."

"Direi che dovevamo Aspettarcelo visto i suoi precedenti film.. 2 risate in tutto il film. Voto concordato con mezza sala pessimo, l'altra metà è uscita prima della fine del film!"

Proprio non li capisco gli italiani.