venerdì 9 settembre 2011

Libri scolastici: come risparmiare

Il 12 settembre è il grande giorni per quasi tutti gli studenti italiani, che torneranno in classe a studiare.

Come ogni anno c'è il grande problema del caro libri, che colpisce indistintamente le casse di ogni famiglia.

Per risparmiare ecco qualche consiglio pratico, sempre utile:

Usato. I libri usati costano sempre meno di quelli nuovi. Sembra una banalità ma è così. Ovviamente bisogna sempre controllare lo stato del libro usato ma se ne trovano in ottime condizioni. Dove trovarli? Qui si trova un elenco molto completo (di tutta Italia) per trovare il negozio o la bancarella più vicina. Oltre a verificare le considizioni, verificare anche l'edizione e la disponibilità degli eventuali supporti informatici al testo cartaceo.

Ingrosso. Si può concordare con la scuola frequentata che essa compri i libri di testo per tutti gli studenti, risparmiando visto la quantià dell'ordine e l'acquisto al mercato dell'ingrosso. Già alcuni istituti hanno iniziato a farlo.
 
Grande Distribuzione. Molte catene applicano sconti (fino al 30%) ai libri di testo prenotati . Qui un elenco per orientarsi meglio.

Online. Amazon ed Ebay consentono di trovare ottime offerte a prezzi vantaggiosi. Ci sono anche parecchi siti italiani dedicati alla compra/vendita di libri scolastici come Comprovendolibri e Trova-libro. Ricordo che comprare online aiuta a risparmiare ma bisogna stare attenti alla qualità del libro comprato.

Ci sono poi alcune accortezze da seguire per non comprare libri inutili: 

Conferma docenti. Attendere l'elenco ufficiale dei docenti per l'anno scolastico 2011/2012. Ogni nuovo docente ha la facoltà di introdurre nuovi libri e se esso cambia possono aggiungersi costi, visto che i testi potrebbe cambiare. 

Consigliati ed Obbligatori. La lista dei testi proposti, per ogni istituto, è composta da due voci: libri consigliati e libri obbligatori. Verificare che nei libri consigliati non ci siano testi obbligatori in modo da riddurre il numero di libri necessario per l'anno scolastico in corso. 

Reddito Isee. Attendere la circolare della scuola che specifica il tetto Isee per i libri di testo. Se si ha reddito Isee molto basso (ovvero sotto la soglia stabilita dalla scuola) è possibile essere esentati dal pagamento dei libri e del corredo scolastico.

Buono studio a tutti