lunedì 3 ottobre 2011

Contratto Bossi-Berlusconi


Anche Gigi Moncalvo (ex direttore della Padania) avvalora la tesi che Bossi sia stato comprato da Berlusconi, nel 2000, con 2 miliardi di lire. Nell'accordo ci sarebbe anche che il passaggio della titolarità del simbolo della Lega Nord, a Silvio Berlusconi.

Ricapitolando, nel 2000 la Lega Nord era praticamente fallita, piena di debiti ed aveva, da sempre, attaccato politicamente Berlusconi. Dopo il presunto accordo si forma l'asse Bossi-Berlusconi ancora in vigore oggi. Bossi non potrebbe, da contratto, far cadere Berlusconi.

Ci sono varie testimonianze (come i libri Umberto Magno ed Dossier Bossi Lega Nord)  che confermano il contratto, anche il leghista Francesco Speroni (oggi eurodeputato ma ex ministro) ne aveva confermato la ratifica del contratto davanti ad un notaio milanese. Dopo quell'intervista Speroni viene messo in un angolo, mandato al parlamento europeo e sparisce dalle tv.