lunedì 31 ottobre 2011

Matteo Renzi, il vecchio che avanza


Sembra che Matteo Renzi, di veramente innovativo abbia solo l'età e poco altro.

A conclusione del'evento Big Bang - Leopolda 2011 mi è rimasto un senso di vaghezza e di poca concretezza degna dell'attuale politica italiana. Tanti slogan, facce giovanili, bei propositi ed una spruzzata tecnologica che non guasta mai. Poco, anzi pochissimo.

Renzi, per essere innovativi basta avere un Mac in bella vista sulla scrivania? Basta dire che Bersani ha l'età di tuo padre? Basta dire che bisogna guardare al futuro?

Per essere innovativi e credibili bisogna dire cose concrete, dare programmi, dire cosa si vuol fare il prossimo anno, confrontarsi su idee supportate da dati concreti, inconfutabili.

Nel Big Bang si è parlato di tutto, ma poco di fatti concreti. Mi è sembrato che Renzi, abbia voluto mettere in discussione la leadership di Bersani all'interno del PD, in modo indiretto senza troppo sporcarsi le mani. Renzi, da quanto ho capito, non si candiderà alla segreteria del PD, ma appoggerà l'ex sindaco di Torino Chiamparino da sempre vicino al gruppo dei rottamatori.

E poi veniamo alla questione del Wiki-PD che ancora adesso non sappiamo cosa sia.



Per chi mastica di web, quando si parla di Wiki si parla di una piattaforma aperta, in cui tutti possono contribuire al dibattito apportando modifiche, rettifiche, migliorie ai pensieri già pubblicati. Al momento, Renzi ha prodotto un pdf in cui vengono elencate le 100 proposte che dovrebbero essere discusse con tutti i cittadini/elettori. Ovviamente questo pdf è all'opposto della piattaforma wiki, in quanto è un documento chiuso, già fatto, non modificabile.

Creare una piattaforma wiki ci vuole una settimana, ed inserire i contenuti 2 giorni per cui aspettiamo metà novembre per vedere se dopo i proclami seguiranno i fatti.

Insomma tanta attenzione mediatica e tanti bei propositi, speriamo che Mattero Renzi non si riveli quello del 1994 alla ruota della fortuna.