mercoledì 2 novembre 2011

I costi della Leopolda ed alcune domande


Riprendendo l'atroce dubbio sui costi della Leopolda 2011, di Malvino, provo a stabilire quali essi siano stati nella "Totale trasparenza, tracciabilità e pubblicità", come dichiarato dallo stesso Renzi nei suoi 100 punti.

I costi

21mila euro: affitto ex stazione Leopolda (3 giorni)

18mila euro: catering (primo giorno gratis, poi 15 euro a pasto)

15mila euro: rete wi-fi

12mila euro: audio e tecnologie elettroniche (luci, amplificazione, etc)

16mila euro: maxi schermi

10mila euro: gadget e magliette

4mila euro: cartellonistica

5mila euro: materiale per la stampa (cartelline, brochure, etc etc)


Da i dati reperibili in rete, parrebbe che la Leopolda sia costata circa 101mila euro.

I ricavi

50mila euro: cena di beneficenza tenutasi il 30 settembre

10mila euro: dall'associazione Link (organizzatore e gestore dell'evento)

97,5mila euro: raccolti nella seconda giornata


L'autofinanziamento della manifestazione sembrerebbe essere ripartito tra la cena benefica ed i contributi dei privati cittadini. La cifra dovrebbe aggirarsi sui 160mila euro (forse arrotondata per difetto). La Leopolda 2011 dal punto di vista economico è stata un successo.

E' quindi lecito domandarsi dove andranno a finire i soldi in avanzo? Forse bisognerà chiederlo all'Associazione Link che ha fatto sia da organizzatore dell'evento, sia da garante per la raccolta fondi online. Sul sito ufficiale c'è  solo un brevissimo ringraziamento ad alcuni donatori, presi a caso dalla base dati. Nel sito ufficiale, nessun documento costi/ricavi, come promesso durante la manifestazione (se lo trovate fatemi un fischio nei commenti).

Altra domanda, questa famosa "cena benefica" quanto costava? Chi ha partecipato? Raccogliere 50mila euro in una sera, con una sola cena, vuol dire che il biglietto era sui 100 euro o più. In rete non ho trovato nessuna notizia al riguardo.

Le cifre economiche dell'evento sono state data a spizzichi e bocconi,  e rese pubbliche  grazie ad alcuni giornalisti-blogger che hanno fatto la diretta online dell'evento.

Documenti ufficiali nemmeno l'ombra, speriamo che la totale trasparenza non sia solo uno slogan per scalare le gerarchie di partito.