mercoledì 18 gennaio 2012

La magia della NFL


Sì, tifo Green Bay Packers. Cosa sono i Green Packers? Forse dovreste domandarvi che cosa sia il Football Americano. Per chi lo ama è Lo Sport americano per Eccellenza, che surclassa per velocità il baseball e ti fa sobbalzare sul divano più della NBA (l'hockey lo lasciamo agli eschimesi), mentre chi lo odia (o forse non lo capisce) lo declassa a "pagliacciata a stelle e strisce" e passa direttamente a vedersi gli smutandati che corrono dietro ad una palla.

Dicevo di Green Bay. Pensate ad una città delle dimensioni di Spoleto che gioca stabilmente in Serie A e vince pure lo scudetto! (per la veirtà Green Bay ne ha vinti ben 13, più di tutti). Ecco questa è Green Bay una cittadina di poco più di 100 mila abitanti che vive per il Football Americano. 

Tutti vorremmo andare a New York, San Francisco, Dallas mentre nessuno sa nemmeno dove sia Green Bay figurarsi andarla a visitare.

Ecco, i Green Bay Packers erano i campioni uscenti del 2011 ed in questa stagione ne avevano vinte 15 su 16, roba da far accapponare la pelle. I playoff, si sa, sono belli perchè azzerano tutto. C'è sempre il prima ed il dopo nei playoff e di solito il dopo non è sempre meglio del prima.

Green Bay affrontava i New York Giants, squadra tanto odiosa quanto solida ma lo faceva nel suo stadio, il mitico Lambeau Field. Di solito nel Wisconsyn, a gennaio, siamo sui -15 gradi, una ghiacciaia mortale per qualsiasi avversario.

Quest'anno niente di tutto questo, "solo" -1 grado e soprattutto i "verdi" gioca male, come mai fatto quest'anno. Il risultato dice che l'odiosa New York vince e va avanti nei playoff.

Rammarico e delusione ma da domani tutti a pensare alla prossima stagione, perchè a Green Bay esistono solo i Packers e la loro grande G.

martedì 10 gennaio 2012

Vecchioni, De Magistris e l'onestà


Roberto Vecchioni doveva "sfruttare" la ritrovata visibilità pubblica acquisita con il trionfo di Sanremo 2011. Vecchioni aveva vinto sfruttando la crisi mondiale, a modo suo, confezionando una canzone che parlava ai giovani, dando speranza in un Paese in cui le due componenti sono scarse e depresse.

Così si propone al neo sindaco di Napoli, De Magistris, per aiutarlo a far rinascere culturamente la città, da ormai troppi anni legata solo a camorra e monnezza. L'opportunità è il Forum delle Culture, dove Vecchioni viene proposto come Presidente.

Per De Magristris è il nome della provvidenza, l'uomo del rilancio, il tutto gratis. Sì avete capito bene, a gratis o meglio è questo che aveva fatto credere lo stesso sindaco nel dicembre scorso. Anche lo stesso Vecchioni confermava l'incarico gratuito.

Tutto proprio gratis? Sembra propio di no, visto che nel cda del Forum delle Culture arriva una proposta di dare al cantautore milanese ben 220 mila euro. Apriti cielo. Polemiche a non finire. De Magistris continua a difendere la scelta di Vecchioni, confermando che il comune spenderà  zero euri ma poi deve correggere il tiro: "Il compenso di Roberto sarà adeguato al suo profilo di grande artista e al suo ruolo di fuoriclasse, tenendo conto della condizione economica che caratterizza il Paese e Napoli in particolare".

Ora Vecchioni lascia scrivendo lettere a destra ed a manca, manco fosse Walter Veltroni.
Ecco, in questa vicenda la chiarezza non c'è mai stata e si è perso un'occasione per cambiare qualcosa in una città che ne avrebbe tremendamente bisogno.

mercoledì 4 gennaio 2012

Wi Fi a Milano


Con notevole piacere scopro che il comune di Milano ha stanziato 6 milioni di euro per potenziare la rete Wifi cittadina portandola ad oltre 2.500 hot spot.

L'ambizione è quella di colmare, in parte, il gap tecnologico di Milano con il resto d'Europa ed abbattere il digital divide tra i cittadini. Una sorta di "internet per tutti" metropolitano aperto sia all'ingresso di aziende che intendano investire in questo progetto, sia a soggetti privati (es. condomini) che potranno contribuire ad allargare (e potenziare) il segnale della rete.

Il progetto è seguito da Davide Corritore e sembra poggiare su basi concrete anche se bisognerà scontrarsi con le attuale leggi ancora in fase di evoluzione.

Se andiamo sul sito WiMi, scopriamo che ci sono ancora parecchie informazioni vetuste (si spera) come l'obbligo di registrazione per accedere al servizio, la navigazione gratuita per una sola ora al giorno.

Aspettiamo quindi maggiori informazioni su questo bel progetto a cui Pisapia sta dando seguito dopo le promesse elettorali.

Il futuro in Padania


Ho sempre pensato che per distruggere un'idea assurda è sempre necessario porre domande mirate e logicamente perfette per mettere a nudo tutte le incongruenze, le astrusità e le scarse fondamenta che una proposta strampalata porta intrinsecamente con sè.

Prendiamo, ad esempio, il ritorno del progetto leghista di creare un nuovo Stato denominato Padania.
Ora, quasi tutti i critici di questo progetto hanno sempre portato argomentazioni dettate dalla "pancia" denigrando in modo sguaiato e poco logico questa proposta.

Vi invito, quando parlate con una qualsiasi persona favorevole a questa idea (leghista o meno) di porgli queste semplici domani, vederete che a molte non saprà rispondere.

1. In che modo il Nord Italia si staccherrà dal resto del Paese? Con violenza o tramite accordo politico? 

2. Se ci fosse un accordo politico quali sarebbero i punti irrinunciabili per la nascita della Padania?

3. Se fosse scelta la strada della violenza con quali criteri verrebbero arruolate le persone da mandare al fronte?

4. Si sentirebbe moralmente responsabile della morte di tutte le persone morte per la Padania?

5. Non le sembra che più di 25 anni per iniziare a far nascere un nuovo Stato siano un pochino tanti?

6. Quale moneta avrà la Padania?

7. Che forma di governo avrà la Padania?

8. Una volta proclamata la secessione ci saranno regolari elezioni a cui tutti potranno partecipare, oppure di diritto la Lega Nord prenderà il potere?

lunedì 2 gennaio 2012