lunedì 21 maggio 2012

Più IPO per tutti




Mettiamo caso che un ragazzo, crei una startup universitaria ed abbia la classica botta di culo a stelle e strisce e la fa diventare una cosa fighissima di livello mondiale. Siccome è fighissima, non serve quasi a nulla o comunque non ti migliora la vita.

Bene. La cosa fighissima diventa come un blob e negli anni assume proporzioni mastodontiche (tipo la nave aliena di Indipendence Day).

Come sosteneva Godzilla, le dimensioni contano e quelli della finanza di Wall Street (roba da duri) pensano bene di farci soldi, parecchi soldi.

Così il ragazzo riccioluto cede al fascino della Borsa, preme un tasto rosso, sorride, si sposa e vede il proprio sito-titolo-social network non andare troppo bene (oggi siamo a -10%).

Per tutti quelli che dicevano "Facebook è la quotazione dell'anno" potrebbero salvare questa pagina e darci, ogni tanto, un'occhiata.